Archivio per settembre, 2004

Come cambia il significato di Design

Il designer non è libero nelle sue scelte, deve infatti sottostare a vincoli rigidi dettati dal contesto. Il cambiamento del contesto, quindi, porta inevitabilmente ad un cambiamento del modo di fare Design. Il problema sorge quando questi cambiamenti coinvolgono i principi alla base di questa disciplina. (altro…)

Mondi paralleli: spirito hacker

In questo articolo analizzeremo alcuni aspetti del mondo hacker che risultano basilari anche per la figura del designer. Le somiglianze fra due mondi così diversi forse è solo un caso, ma il designer è fondamentalmente un ibrido di diverse discipline e di molte conoscenze le più disparate. Ecco quindi la ‘componente hacker’ del designer in attesa di scoprire in futuro altre facce.
(altro…)

Analogico e digitale: vecchio e nuovo?

E’ capitato più volte di sentire parlare di analogico e digitale sottintendendo un significato negativo per il primo e positivo per il secondo. Analogico è sinonimo di vecchio, obsoleto, mentre digitale è tutto ciò che è moderno, preciso e impregnato ti tecnologia.
Cercheremo di spiegare in modo semplice il significato di questi termini per vederli in una prospettiva più ampia.
(altro…)

La voce degli oggetti

Sarà capitato anche a voi, in treno, di cercare di aprire la porta tra un vagone e l’altro con l’inespresiva maniglia e, solo dopo non esserci riusciti, di aver notato il meno eloquente pulsante sulla destra. Il fenomeno non è troppo diverso da quando, non avendo capito qualcosa, chiediamo di farci un esempio. La convinzione, falsa, che parlare possa essere surrogato dall’indicare degli oggetti nasconde l’idea, vera, che gli oggetti parlino, e che alcuni parlino meglio di altri. (altro…)