Archivio per la categoria 'concorsi ed eventi'

Premio Vico Magistretti

concorso magistetti

DEPADOVA, insieme a designboom , promuove un concorso internazionale di design.
La partecipazione è aperta a tutti i richiedenti da ogni nazione, prifessionisti, studenti e appassionati di design. La registrazione è gratuita.

Il tema del concorso è : “Vivere la semplicità nel design di arredamento
combinando semplicità con divertimento, eleganza, freschezza e spirito contemporaneo nella progettazione per casa e ufficio.
Stiamo cercando sedi, tavoli, poltrone, innovative. (non sono accettati luce, tavoli da caffè e altri piccoli accessori)

bando completo e registrazione qui.

termine iscrizioni: 25 giugno 2007

Una panchina per Milano

Una delle moltissime manifestazioni che hanno affollato la settimana del salone del mobile è stata la presentazione di “Una panchina per Milano”. (altro…)

Impara l’arte e mettila da parte

Milano, Salone del mobile. Come dice Jester Simon l’orgia milanese del design. Tutti ci devono essere, tutti ne vogliono parlare.
Anche i telegiornali si attengono al loro dovere di informare e così si da la notizia del salone unendo le immagini di qualche oggetto curioso trovato qua e là, al salone, al satellite o al fuorisalone, ecc. La mia impressione è che spesso chi parla non sia competente in materia e tratti gli argomenti con superficialità e imprecisione. Bene, ho criticato un po’ i giornalisti dei tg ma non è questo il motivo principale per il quale scrivo.
In un servizio del tg1 relativo al sopracitato salone ho sentito parlare del design in questi termini: il design rende l’arte alla portata di tutti, permette di comprare un’opera d’arte a prezzi accessibili
Mi lascia molto perplesso sapere che molte (forse la maggior parte) persone considerano i designer delle specie di artisti che modellano gli oggetti secondo il loro estro. Il design non è forse progettazione? un processo di sviluppo e affinamento e non un’intuizione istantanea? Io le sedie le compro per sedermici sopra e starci comodo, e le voglio usare e usare e ancora usare finchè dopo dieci anni porteranno i segni del tempo e del silenzioso servizio che hanno svolto e allora vedendo quei segni di usura aprrezzerò quell’oggetto che ha svolto la sua funzione così bene.
Insomma io voglio degli oggetti da usare e non da esporre.

mouse di Nicola Esculaci


Il mouse di Nicola Esculaci abbandona il tappetino, si fa impugnare come un joistick e muove il cursore con una piccola sfera posta alla sua sommità.
Ecco alcune immagini del modellino.

010203mouse-nic-4.jpg

mouse “Pizzico”


mouse grandeIl mouse ‘pizzico’ è piccolo, ergonomico ed è stato modellato in modo da rendere più intuitiva l’operazione di trascinamento.

.

.

immagini

01 02 03 04 05 06 07 08 09 10

caratteristiche

Il mouse ‘pizzico’ ha dimensioni ridotte ed è quindi utilizzabile anche con pc portatili. La sua forma accoglie le dita (pollice, indice e medio) dell’utilizzatore ma non riempie il palmo della mano. Pur essendo tecnicamente un mouse a due pulsanti (+ rotella) è ben visibile il pulsante principale, addetto al click sinistro, mentre non c’è il secondo. La sua funzione viene ottenuta premendo il mouse stesso lateralmente.
Si è giunti a questa forma prestando attenzione all’utilizzo del mouse nel trascinamento degli oggetti che può creare qualche problema, soprattutto ai principianti. Il trascinamento avviene serrando la presa sull’oggetto, spostandolo e mollamdolo quando è a destinazione. Con ‘pizzico’ la cattura ed il rilascio dell’oggetto sono più naturali perchè le dita si serrano sul mouse prendendo l’oggetto come se fosse un pizzico di sale.
Le funzioni ordinarie del mouse continuano ad essere svolte dal pulsante principale, ben visibile, e dalla rotella che si trova immediatamente sotto l’indice.

Caratteristiche tecniche:
Il mouse ‘pizzico’ funziona come un mouse tradizionale a due tasti più la rotella.
E’ stato immaginato l’utilizzo di un dispositivo di puntamento ottico. Le ridotte dimensioni avrebbeo creato problemi al posizionamento della sfera, oltre ai problemi di polvere e sporco.
Il collegamento col pc è stato immaginato attraverso un cavo usb, questo impedirebbe inoltre di smarrire il mouse che è abbsatanza piccolo, soprattutto per l’utilizzo con pc portatili. Ciò non toglie che si possa crearne una versione senza fili.

Controindicazioni:
Non adatto ai mancini (a meno di produrne una specifica versione specchiata).